martedì 9 marzo 2010

Chicken Pot Pie


... non sarebbe carino fare una RACCOLTA delle ricette della tradizione americana?? Scrive così Paoletta del blog Anice&Cannella in occasione della sua nuova raccolta AMERICAN recipes, ed eccomi qui con il mio Chicken Pot Pie, altrimenti detto Torta rustica al pollo.

Questa ricetta è stata presa dal libro "Buon appetito America" edito da Guido Tommasi Editore, la riporto così come scritta dall'autrice Laurel Evans, le mie modifiche sono state pochissime.


Ingredienti per 6-8 persone

700 gr di petto di pollo, senza pelle nè ossa
470 ml di brodo vegetale    (io ne ho usato quasi un litro)
2 cucchiai di olio
1 cipolla grande, tritata finemente
3 carote medie, raschiate e affettate
2 coste di sedano piccole
10 funghi, affettati
50 gr di burro
65 gr di farina
350 ml di latte
1/2 cucchiaino di timo secco
3 cucchiai di sherry secco
130 gr di piselli
3 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
230 gr di pasta brisèe
1 tuorlo sbattuto con 1 cucchiaio d'acqua
sale, pepe

Scaldate il forno a 200°C. Mettete il pollo e il brodo in una casseruola su fuoco medio. Coprite, portate ad ebollizione e fate sobbollire finchè il pollo sia appena cotto, per circa 15 minuti.
Trasferite la carne in una ciotola capiente e tenete da parte il brodo. Quando la carne si fredda leggermente, spezzettatela con le mani o tagliatela con il coltello.

Soffriggete la cipolla, le carote, il sedano e i funghi su fuoco medio con un paio di cucchiai di olio per circa 5 minuti. Trasferite le verdure nella ciotola con il pollo.

Fondete il burro in una casseruola a fuoco medio, (io ho tenuto il fuoco basso) versate la farina e mescolate costantemente per un minuto. Continuate a mescolare versando lentamente il brodo, il latte ed il timo. Portate ad ebollizione, mescolando, e proseguite la cottura finchè la salsa si addensa, per circa 2-3 minuti. Salate e pepate a piacere ed unite lo Sherry.

Versate la salsa sul composto con il pollo e mescolate bene. Unite i piselli ed il prezzemolo.

Versate in una teglia di 33 x 22 cm o in cocottine individuali. Stendete la pasta brisèe sul ripieno lasciando un bordo di 2cm. Ripiegate il bordo all'interno e praticate un taglio sulla superficie con un coltello affilato (io ho praticato vari forellini con la forchetta). Spennellate con l'uovo sbattuto ed infornate finchè la superficie è ben dorata ed il ripieno sobbolle; ci vorranno circa 30 minuti per la versione grande e 25 minuti per i tortini individuali.

Oltre ad i commenti che ho inserito devo aggiungere di aver usato una teglia lievemente più piccola di quella indicata e che le verdure e la carne sono state tagliate tutte a dadini.
Per correttezza devo anche confessare di aver cucinato questo piatto con mio marito Valerio. Lui direbbe che sono io che ho cucinato con lui ma è lo stesso!!

 

Condividi

12 commenti:

  1. Beh, bravi!! Decisamente un piatto unico molto allettante! Il prossimo giro per librerie e negozi milanesi mi cercherò il libro... Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Wow che invitante!!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. ecco quando vedo queste prelibatezze mi vien voglia di cucinare. Magari provo a dire a Max se vuole cimentarsi lui nell'esperimento! ;)

    RispondiElimina
  4. molto invitante davvero :-P
    buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Sembra davvero invitante, da provare! Bravi!
    ... e bellissimi anche i sacchettini qui sotto. CIao

    RispondiElimina
  6. MMMMhhhh, mi piacerebbe provare a raccogliere questo delizioso ripieno in pasta di pane...
    Baci!

    RispondiElimina
  7. ma che meraviglia!!
    Non ho quel libro e questa ricetta mi piace molto, me la segno!

    RispondiElimina
  8. Sembra proprio buono!!! e tuo marito, oltre ad aiutarti a preparare (perchè sono certa sia stato così e non il contrario ;-) )
    se l'è anche mangiata questa torta rustica?!
    baci

    RispondiElimina
  9. seguo sempre anche io anice & cannella mi piace troppo!

    RispondiElimina
  10. ciao, sono clacla, passavo di quì... leggendo ciò che scrivi su di te vedo che abbiamo molte cose in comune ma sopratutto i notturni di Chopin... niente tocca di più la mia anima come la sua musica.. ma poi la canzone nella radio, i sorrisi di miei figli... ti verrò a trovare spesso, a presto, clacla

    RispondiElimina
  11. ciao, volevo chiederti, ma i piselli li hai usati surgelati o in barattolo? vedo che non è prevista cottura fuori dal forno...
    grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina,
      sai che è passato così tanto tempo che non mi ricordo...(!!!) probabilmente erano in scatola, oppure scongelati e ripassati lievemente in padella.

      Ricordo benissimo però il magnifico sapore!

      Elimina